logo neurofeedback

Dott.ssa Silvia Fois

Psicologa, psicoterapeuta costruttivista, esperta in Bio e Neurofeedback, terapia sensomotoria, EMDR.

Si riceve per appuntamento in Via Carbonara, 5 Bologna | 40126

Tel. 347.0199259

EMAIL: info@studioneurofeedback.it

347.0199259

dott.silviafois@studioneurofeedback.it

Via Carbonara, 5

Bologna

 

IL QEEG

Brainmap

Il QEEG | Brainmap

Il QEEG | Brainmap

All’inizio del trattamento con il Neurofeedback è opportuno avere una registrazione preliminare dell’attività cerebrale del paziente, di modo che la scelta del protocollo più adatto e delle zone su cui posizionare i sensori, venga fatta oltre che sulla base dei problemi da lui riportati, anche sulla base di una rilevazione dell’ effettivo equilibrio tra le onde cerebrali.

Viene applicata sul cuoio capelluto una cuffia elastica con 19 sensori, si tratta solo di una registrazione che è quindi priva di effetti collaterali oltre che indolore.

Vengono poi registrati alcuni minuti di attività a occhi aperti, occhi chiusi e durante dei task. Questi dati vengono poi confrontati con uno o più database normativi basati sull’età, e vengono poi elaborati per creare delle mappe bidimensionali in grado di mostrare con chiarezza quali aree sono particolarmente attive, quali sembrano dominate da ritmi lenti, come le varie aree del cervello comunicano.

Questa operazione preliminare può ridurre il numero di sessioni necessarie per il trattamento e aumentarne l’efficacia. Oltre che per guidare la scelta dei protocolli, le brainmaps vengono ripetute durante il trattamento per saggiarne l’efficacia.

qeeg_brainmap

All’inizio del trattamento con il Neurofeedback è opportuno avere una registrazione preliminare dell’attività cerebrale del paziente, di modo che la scelta del protocollo più adatto e delle zone su cui posizionare i sensori, venga fatta oltre che sulla base dei problemi da lui riportati, anche sulla base di una rilevazione dell’ effettivo equilibrio tra le onde cerebrali.

Viene applicata sul cuoio capelluto una cuffia elastica con 19 sensori, si tratta solo di una registrazione che è quindi priva di effetti collaterali oltre che indolore.

Vengono poi registrati alcuni minuti di attività a occhi aperti, occhi chiusi e durante dei task. Questi dati vengono poi confrontati con uno o più database normativi basati sull’età, e vengono poi elaborati per creare delle mappe bidimensionali in grado di mostrare con chiarezza quali aree sono particolarmente attive, quali sembrano dominate da ritmi lenti, come le varie aree del cervello comunicano.

Questa operazione preliminare può ridurre il numero di sessioni necessarie per il trattamento e aumentarne l’efficacia. Oltre che per guidare la scelta dei protocolli, le brainmaps vengono ripetute durante il trattamento per saggiarne l’efficacia.

qeeg_brainmap

E’ possibile richiedere un appuntamento telefonando al numero 347.0199259 o compilando il seguente form

*Tutti i campi sono obbligatori

Privacy*
Dichiaro di aver letto e accettato la Privacy Policy di questo sito e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679

E’ possibile richiedere un appuntamento telefonando al numero 347.0199259 o compilando il seguente form

*Tutti i campi sono obbligatori

Privacy*
Dichiaro di aver letto e accettato la Privacy Policy di questo sito e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679